Questo sito fa uso dei cookies soltanto per facilitare la navigazione

HomeOrgano

Organo Chiesa di Casier

L’organo della Chiesa Parrocchiale di Casier è stato costruito nel 1893 dai Fratelli Pugina di Padova, per poi essere riformato quasi del tutto nel 1905  dai Fratelli Aletti di Monza, come si legge nel medaglione bronzeo posto sopra il manuale superiore: “Fratelli Aletti- Organi da Chiesa- Monza”La trasmissione era del tipo pneumatico-tubolare. Nel 1997 la Ditta Francesco Zanin di Codroipo, in seguito ad un progressivo e grave deterioramento dell’apparato trasmissivo, restaura tutto il materiale sonoro (canne) e trasforma la trasmissione dal tipo pneumatico a “meccanica-sospesa” previo nullaosta della competente Soprintendenza. Lo strumento è collocato su cantoria addossata alla parete di fondo, sopra il portale maggiore della chiesa. La cassa ha il prospetto diviso in tre fornici di cui il maggiore è posto al centro. La facciata dell’organo in lega di stagno, tutta sonora, è composta da 25 canne appartenenti al registro Principale 8’ ed in parte al Ottava 4’ del Grand’organo; le canne hanno labbro superiore a mitria e baffi, le bocche sono allineate e sono disposte nel seguente ordine 7-11-7 formanti tre cuspidi con ali laterali ciascuna. La canna maggiore di facciata produce la nota MI 1. La consolle è del tipo “a finestra” posta al centro della cassa, composta da due manuali di 58 tasti ciascuno (Do1-La5) di cui i tasti diatonici sono ricoperti in osso e i cromatici in ebano. Il manuale inferiore corrisponde al Grand’organo, mentre il superiore all’Organo espressivo. Staffa per l’espressione. La pedaliera è a tasti paralleli-piana, composta da 30 tasti (Do1-Fa3). Il mantice maggiore è a pieghe antisimmetriche ed è del tipo “a lanterna” dotato di elettroventilatore. I registri sono disposti in due file verticali poste a sinistra dell’organista; sono azionati da pomelli in legno tornito ad estrazione verso l’esterno. La testa di ogni  pomello reca incastonato  un disco in  porcellana  recante il nome del registro corrispondente.